domenica 13 luglio 2014

La fioritura di Castelluccio, un'esplosione di colori

4 commenti:
 
Ogni anno, tra fine maggio e metà luglio, un pittore incredibilmente bravo scarica la sua tavolozza di colori alle piane di Castelluccio, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, uno dei luoghi più magici d'Italia. Siamo a quota 1452 metri, a pochi chilometri da Norcia, a confine tra Umbria e Marche. Salendo su per i tornanti ripidi, all'improvviso, all'uscita dall'ultima curva, si resta di stucco. E no…non è un "barbatrucco". Davanti a voi troverete un'immensa pianura con distese sterminate di colori. Tutt'intorno una catena di monti dalle cime arrotondate, lisce e vellutate. Qualche ciuffo di bosco verde qua e là e il Monte Vettore, il più alto della catena dei Sibillini, che regna sovrano. Più o meno al centro di questa enorme spianata un mucchietto di case, il paesino di Castelluccio, "il guardiano" dall'alto del colle.


Qui, in questo luogo fatato, si coltiva la lenticchia. E pensare che il fiore della lenticchia è molto piccolo e discreto con una colorazione bianca e una tonalità viola chiaro. A creare questo mosaico naturale di suggestiva bellezza sono tutti gli altri fiori che crescono spontaneamente. Quando sbocciano i 3 piani di Castelluccio esplodono con i colori dell'arcobaleno: dal giallo ocra al rosso, dal viola al bianco guidandovi in un percorso multi sensoriale, dove vista, udito, olfatto e tatto verranno piacevolmente stimolati. Potrete ammirare lenticchie, genzianelle, papaveri, narcisi, violette, asfodeli, viola Eugeniae, trifogli, acetoselle e molte altre ancora.


A seconda del periodo troverete più o meno colori. Dipende da molti fattori: da quanto ha piovuto nei periodi invernale e primaverile; dal periodo di esposizione al sole; dal periodo della semina della lenticchia. Senza dimenticare che ogni specie floreale ha un diverso periodo per sbocciare. Ciò significa che ogni settimana troverete colori diversi. Per monitorare l'evoluzione della fioritura potete consultare questo sito.


Prendetevi una giornata di pausa, godetevi la vista dal paese e fatevi una bella passeggiata nella piana e sulle creste circostanti per apprezzare da ogni angolo lo splendore di questa vallata. Le attività da fare per grandi e piccini sono tante, sia per esperti che principianti: passeggiate a cavallo, trekking, nordik walking. Si tratta inoltre di uno dei siti più importanti in Europa per gli sport d’aria come il deltaplano, lo snow-kite e il parapendio.



Le parole d'ordine? Stupore, voglia di correre, voglia di respirare a pieni polmoni l'aria fresca, voglia di annusare gli odori, voglia di fotografare (questo è un luogo preso d'assalto da fotografi e turisti quindi se potete scegliete giorni feriali).

E quindi...cosa aspettate ad andare? "Il colore è un mezzo di esercitare sull’anima un’influenza diretta. Il colore è un tasto, l’occhio il martelletto che lo colpisce, l’anima lo strumento dalle mille corde." Vasilij Kandinskij















4 commenti:

  1. Ciao Giorgia,
    complimenti per le foto: come sempre sono bellissime!
    Noi ci siamo stati a Castelluccio 3 anni fa, mi ricordo che ero all'inizio della mia prima gravidanza:-)))
    E' un posto stupendo, durante la fioritura coloratissimo, una meta assolutamente da vedere!
    Un abbraccio,
    Aga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Aga! si, è davvero un luogo da sogno! Buona domenica da tutti noi!

      Elimina
  2. Bella la bambina!

    RispondiElimina
  3. Spero di vedere questa tavolozza almeno una volta nella vita! Bellissime foto, bellissimo articolo <3

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget
 
© 2012. Design by Main-Blogger - Blogger Template and Blogging Stuff
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...